# recensione

The hate u give di Angie Thomas - RECENSIONE



 TITOLO: THE HATE U GIVE
 CARTACEO: 14.00€  E-BOOK: 7.99
 AUTORE: Angie Thomas
 PAGINE: 405
 CASA EDITRICE: Giunti
 GENERE: drammatico/mistery
 ACQUISTA QUI: http://amzn.to/2ig7Qs1

 MIO VOTO:   ★ ★ ★ ★/5


TRAMA:

Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all'uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C'è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang, e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l'episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C'è una cosa che tutti vogliono sapere: cos'è successo davvero quella notte? Ma l'unica che possa dare una risposta è Starr. Quello che dirà - o non dirà - può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua vita stessa. 



Buona sera lettori!
Oggi vi parlerò di questa meraviglia.

partiamo dal fatto che io sono partita con aspettative abbastanza alte, visto la fama di questo libro, e direi che la merita tutta!

Partiamo con il parlare velocemente della trama. Abbiamo Starr, questa ragazza di 16 anni, di colore. Vive una specie di doppia vita, tra il quartiere malfamato in cui vive e la scuola prestigiosa che frequenta. In una festa riinconterà il suo migliore amico,Khalil, che da tempo non vedeva, ma dopo un inizio di sparatoria, i due decidono di scappare, non sapendo che il peggio sarebbe ancora dovuto arrivare. Infatti verranno fermati dalla polizia, per alcun motivo, e perquisiti. Il poliziotto preso da nonsisachecosa deciderà di mettere fine alla vita di Khalil, tutto ciò davanti agli occhi di Starr. 


In questo libro noi scopriremo pian piano perché Khalil è stato ucciso, ma soprattutto andremo a parlare di razzismo, visto dal punto di vista di una ragazza di colore. 
Penso che questo libro lo debbano leggere tutti, riesce veramente ad aprirti gli occhi su quella che è la verità, ti fa capire com'è essere dall'altra parte, di com'è perdere un amico solo per il colore della sua pelle...

"E' proprio questo il problema. Permettiamo alle persone di dire certe cose,e loro le dicono così spesso che dopo un pò lo trovano ammissibile e noi normale. Ma che senso ha avere una voce, se poi resti in silenzio quando non dovresti."

Ho divorato questo libro. Ho trovato lo stile di scrittura azzeccatissimo, molto semplice, ma adatto per il punto di vista, che è quello di una ragazza di 16 anni.

Ho amato questo libro, anche perché mi ha fatto provare emozioni contrastanti, sono passata dal ridere al piangere, all'essere arrabbiata, a voler prendere (seriamente) a pugni determinati personaggi.

Insomma, non posso far altro che consigliarvelo, libro stupendo, una storia che necessita di essere letta.

Martina.

Nessun commento:

Posta un commento

Join Us

Follow Us @soratemplates